News

Università delle migrazioni a Saronno

Cinque incontri gratuiti e aperti a tutti per capire il fenomeno delle migrazioni.

Conoscere per capire.
Per combattere la disinformazione.
Per abbattere luoghi comuni e pregiudizi.
Per diventare protagonisti di una società accogliente.
Cinque incontri con i formatori degli operatori SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) per conoscere il mondo delle migrazioni e dei rifugiati, che sta cambiando l’Europa.
Incontri formativi aperti a tutti e gratuiti, con iscrizione direttamente prima degli eventi.

Venerdì 17/02/2017, ore 21:00, Auditorium Aldo Moro: SITUAZIONE ODIERNA
Le migrazioni forzate nell’area mediterranea – Luca Ciabarri (Università degli Studi di Milano)

Mercoledì 22/03/2017, ore 21:00, Auditorium Aldo Moro: MIGRAZIONI FORZATE
Barriere europee, barriere italiane – Barbara Pinelli (Università di Milano Bicocca)

Venerdì 21/04/2017, ore 21:00, Auditorium Aldo Moro: UNA STORIA ITALIANA
Storia e politiche delle migrazioni forzate in Italia – Roberto Guaglianone (Consorzio Communitas)

Venerdì 19/05/2017, ore 21:00, Auditorium Aldo Moro: BUONE PRATICHE DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE
Buone pratiche per l’accoglienza dei rifugiati – Michele Rossi (Università di Parma)
Buone pratiche per l’integrazione dei rifugiati – Chiara Marchetti (Università degli Studi di Milano)

Venerdì 09/06/2017, ore 21:00, Sala Nevera di Casa Morandi: DIRITTO
Il diritto d’asilo in Italia – Livio Neri (ASGI, Associazione Studi Giuridici dell’Immigrazione)

 

Organizzano i gruppi e le associazioni saronnesi:
AGESCI Saronno, Agua Doce, Amnesty International, ANPI Saronno, Associazione Arcobaleno (Uboldo), Associazione Nabad Onlus – Progetto Spazio Mondi Migranti (Gerenzano), Attac, Caritas Saronno, Centro Aiuti per l’Etiopia, Centro d’Incontro, Cooperativa Sociale Intrecci, Distretto dell’Economia Solidale della provincia di Varese, Emergency Saronno, GIVIS, Gruppo Alice, Gruppo Pé no Chão, IDeA, Il Sandalo Equosolidale, Il Sole Onlus, MASCI, L’isola che non c’è, Pastorale Migranti Zona IV, Rete Radie’ Resch.